Pillola di Ecologia 02: i sistemi

Pillole di Ecologia (per speleologi, escursionisti ed alpinisti)
Quando sentiamo parlare di Ecologia molto spesso si fa riferimento a termini come “ambiente” ed “ecosistema”. I due termini sono usati in modo intercambiabile, nel linguaggio comune, ma non lo sono nell’ambito dell’Ecologia.

L’ambiente è, come si intuisce dal termine stesso, un “luogo” dove qualcosa è inserito. Possiamo parlare infatti di ambiente sociale, così come di ambiente naturale, o di ambiente di lavoro. L’ambiente è dunque l’insieme delle condizioni fisiche in cui si trova un determinato organismo, condizioni che possono influire direttamente su di esso. Per fare un esempio, quando parliamo del camoscio siamo soliti dire che è un animale che predilige ambienti rocciosi. Ovvero luoghi dove le rocce affioranti prevalgono sul prato o sul bosco.

Il termine ecosistema invece riguarda qualcosa di più complesso. Un eco-sistema è innanzitutto un “sistema”, ovvero il risultato dell’interazione fra più parti. Gli ambienti rocciosi possono essere visti come ecosistemi, ovviamente, ma per comprendere l’ecosistema in questione ci serviranno più informazioni.
Innanzitutto bisogna considerare un aspetto importante della cosa: i viventi fanno parte degli ecosistemi. Un sistema, per essere eco-sistema, deve per forza ospitare la vita.

Non sempre i viventi fanno sono parte costituente degli ambienti. L’ambiente “prato”, per esempio, è fatto anche di esseri viventi, le piante dell’erba, ma nel considerare l’ambiente “spiaggia” lo consideriamo fatto di sabbia ed un po’ d’acqua. Se invece parliamo di “ecosistema spiaggia”, ne fanno parte sia la sabbia e l’acqua che tutti gli organismi che ci vivono.

Possiamo quindi chiarire subito che un ecosistema viene grossolanamente suddiviso in una parte Abiotica (sabbia, roccia, acqua) ed una Biotica (animali, batteri, piante). Ciascuna parte è legata da relazioni con le altre, per definizione di ecosistema. Se manca la relazione, il sistema non c’è.

Un’altra cosa importante sugli ecosistemi. Confinano con altri ecosistemi, ovvero sono immersi in una massa di altri ecosistemi, ed il problema diventa comprenderne i confini. Potremmo individuare sistemi molto piccoli, così come altri molto grandi. La foresta amazzonica è un sistema, poiché le sue parti, anche molto distanti fra loro, sono in qualche modo collegate. Ma all’interno della foresta un fiume è un ecosistema a sé stante.
Estremizzando, persino un singolo albero risulta essere un sistema. Difficile individuare i confini, perché si tratta di sistemi aperti. Ovvero di sistemi dove materia ed energia possono essere scambiate con i sistemi confinanti. Questo è un aspetto molto importante degli ecosistemi, perché un ecosistema isolato non può esistere a lungo. Dopo un po’ finirebbe l’energia necessaria per mantenere la vita e questa scomparirebbe. A quel punto ci troveremmo con una scatola chiusa identica a prima, con lo stesso peso di prima, ma priva di vita. Cade un presupposto perché quello sia eco-sistema.

Annunci

Tag: , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: