Venti di Guerra?

Questione Corea del Nord.

Piccola riflessione per ripetitori di notizie senza voglia di analisi critica. Non sono un analista, ma ho una passione per la storia. La storia ci insegna come sono andate le cose del passato e dunque come funzionano le vicende umane.

Qualcuno ricorda una guerra che sia iniziata per motivi ideologici o religiosi? Intendo sul serio, non parlo delle dichiarazioni ufficiali.

Io no, c’è sempre stato, alla base di ogni conflitto, un motivo economico. L’unico per cui si fa una guerra. Persino l’entrata in guerra dell’Italia a fianco dell’alleato germanico fu una scelta (sbagliata) con motivazioni economiche: serviva “spazio vitale”, per un paese povero di risorse che si accorgeva di avere lasciato colonie e mercati ad altri.

La Corea del Nord è un paese governato da un sistema oligarchico, formalmente comunista, dove i militari hanno un peso enorme. La Corea del Sud un paese capitalista con un sistema democratico abbastanza simile al nostro (il che non è necessariamente un bene).

La Corea del Nord ha motivi concreti per attaccare la Corea del Sud e gli USA?

Gli USA sono lontani, troppo lontani, e troppo potenti. La Corea del Sud è a portata di mano, ma anche se conquistassero questo paese, con un’economia mille volte più produttiva della loro, non ci farebbero nulla, perché i loro rapporti commerciali col resto del mondo andrebbero a zero.

La Corea del Nord ha sempre fatto affidamento sul potente alleato e vicino: la Cina. Senza Cina alle spalle, le forze armate nordcoreane non sarebbero in grado di confrontarsi con USA e Corea del Sud.  Dunque il Nord spera di trascinare la Cina in una guerra? Accadde nel 1950.
La Cina è un paese formalmente comunista, retto da un’oligarchia monopartitica. Ma nella sostanza è un paese capitalista non democratico. Produce per tutto il mondo e ha un PIL in costante e spaventosa crescita. E’ vero che la Cina è grande e molto popolata (1.341.335.152 abitanti), ma i cinesi hanno un potere d’acquisto molto basso. Ci sono quattro ricchi, alcuni milioni di persone in condizioni di moderato benessere e più di un miliardo di poveri, o comunque persone con poca capacità di spesa.

Se la Cina decidesse di appoggiare la Corea del Nord, si troverebbe chiusi d’improvviso i mercati degli USA (314.145.538 abitanti), degli alleati e delle colonie (scusate il termine, ma come definireste l’Italia?). La UE ha 503.679.730 abitanti.

La Cina rinuncerà a questo mercato? Direi di no. Quindi la Cina non appoggerà la Corea del Nord e questa sta semplicemente tentando di creare tensione.

Perché lo fa? Può farlo per motivi interni, ad esempio. Alla dittatura non interessa il benessere economico del paese, questo si è capito, ma solo mantenere il potere. I dirigenti della Corea del Nord sono un po’ come alcuni politicanti italiani: basta la poltrona e gli altri affondino pure. Avere un nemico esterno cementa all’interno, quando lo devi fronteggiare tutte le divisioni e le opposizioni scompaiono.

Quindi, secondo me, i nordcoreani non dovrebbero fare veramente la sciocchezza di lanciare una testata nucleare su Guam, scatenando l’inferno di fuoco da parte degli USA, che saranno pure impegnati su altri fronti, saranno pure loro un po’ in crisi economica, avranno anche un presidente democratico, ma guai a dargli un motivo per muoversi!

Annunci

Tag: , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: