Hasta luego

Innegabile che la morte di Fidel Castro, del Lider Maximo, rappresenti un momento storico, anche se il potere alla guida di Cuba era già passato nelle mani del fratello Raul.

Per la generazione che ha preceduto la mia, Cuba e la sua rivoluzione sono state un mito. Anche molti fra i miei coetanei si sono lasciati affascinare dall’esperienza rivoluzionaria cubana. Io l’ho studiata, con un certo distacco e una dose di scetticismo, nonostante abbia creduto fortemente nel modello politico comunista negli anni della mia tarda adolescenza, ovvero quando gli altri indossavano la maglietta col ritratto del Che, mentre io continuavo ad avere quelle tinta unita senza riferimenti celebrativi.

Fidel non mi ha mai entusiasmato, così come non sono mai stato affascinato in modo particolare da Ernesto “Che” Guevara.

La storia di Cuba negli ultimi 50 anni è stata per me la dimostrazione del fatto che un processo politico violento, come una rivoluzione, può solo sostituire un tiranno con un altro, un terrore con un altro, una prigione con un’altra.

Non dubito del fatto che Cuba oggi goda di un sistema di istruzione e sanitario che non esistono nei paesi del Sud America controllati politicamente ed economicamente dagli Stati Uniti. Di questo non dubito, perché mantenere il Sud America in condizioni di povertà e ignoranza rappresenta la migliore garanzia per la tutela degli interessi industriali dei paesi “ricchi” in quell’area. Il solo fatto di essere un’isola sia geograficamente che politicamente ha permesso a Cuba e al regime castrista di risolvere alcuni dei problemi più drammatici per il Sud America e per i paesi del “Sud del mondo” in generale.

Non dubito del fatto che Batista fosse un dittatore indecente, che garantiva lo sfruttamento del suo popolo da parte degli stranieri e dei possidenti locali, non ho dubbi sul fatto che un tale lercio individuo dovesse essere cacciato dal potere.

Allo stesso modo non credo che un sistema “socialista” sia sbagliato, tutt’altro. A essere sbagliato fu il metodo, cosa di non poco conto. Sono i processi politici lenti e progressivi a cambiare le società, anche se credo che l’Uomo per sua natura fatichi a essere socialista, figurarsi comunista.

Fidel Castro ha sicuramente messo mano ad alcuni enormi problemi di Cuba, ma ha conservato altri. Per primo il centralismo di un dittatore, di un narcisista unico che al potere non accetta interferenze. Fidel era famoso per giustificare l’assenza di democrazia con la questione dell’assedio, dell’embargo, dell’enormemente potente nemico troppo vicino. Così facendo ha solo soddisfatto la propria smania di apparire e di potere, come ogni caudillo sudamericano. Fidel di fatto è stato colui che, insieme a una ristretta cerchia di fedelissimi, ha fatto marcire la rivoluzione. Marcire, non marciare.

Riconosco i meriti del sistema rivoluzionario cubano per molti aspetti, ma riconosco anche un dittatore quando lo vedo.

Ora staremo a vedere. Scommetto che prima o poi il sistema post – rivoluzionario crollerà e Cuba verrà nuovamente invasa da quell’accozzaglia di mafiosi, narcotrafficanti, sfruttatori e papponi che la dominavano un tempo, mentre oggi frignano in Florida dipingendosi come povere vittime del crudele dittatore.
Se questo accadrà è perché la dittatura castrista non ha consentito lo sviluppo di un sistema democratico, di processi progressivi di crescita reale della coscienza e della società cubane. Di fatto Fidel ha voluto creare una Cuba che avesse come alternativa essere dominata da lui, o tornare a essere il bordello degli americani.

Insomma, hasta luego Fidel, ma niente ringraziamenti.

Annunci

Tag: , , , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: