Wiva la sQuola

Non so quanti di voi abbiano seguito la polemica scoppiata a seguito delle dichiarazioni rese da Gianni Cuperlo, nel corso della trasmissione L’aria che tira su La7 il 27 maggio scorso. C’è qualcosa di interessante che è sfuggita a troppi nell’ondata di indignazione e insulti, qualcosa che è politicamente molto grave. Ma andiamo con ordine, seguitemi nel ragionamento.

Per vedere l’estratto dell’intervento clicca qui

Cuperlo durante la trasmissione ha affermato: Mi colpisce che oggi la Lega sia il primo partito in Sardegna. Lì il 33% dei ragazzi che frequentano la secondaria non completerà il corso di studi. ed ha quindi aggiunto: Eppure, questo governo non ha fatto alcunché sulle politiche di diritto allo studio.

Sui mezzi di disinformazione di massa, la seconda parte della frase è stata omessa e ciò che è rimasto non è un atto d’accusa verso il Governo attuale (M5S – Lega), ma un’apparente correlazione fra ignoranza e il voto alla Lega. O meglio: togliendo la seconda metà della frase sembra che Cuperlo affermi qualcosa come, quelli votano Lega perché sono una manica di pecorai ignoranti. Ma Cuperlo, che non è mona, non ha detto questo.

Ne è seguito un piccolo battibecco mediatico, in particolare riguardo a come la cosa è stata trattata su Open, il giornale online fondato da Enrico Mentana. Potete leggere due articoli pubblicati su questa testata:

Cuperlo: «Mi colpisce la Lega primo partito in Sardegna, dove il 33% dei ragazzi non completa gli studi. Non hanno fatto nulla per loro» del 28 MAGGIO 2019 – 08:03

Cuperlo: «Non ho mai fatto alcun collegamento tra il titolo di studio e di chi vota Lega» del 28 MAGGIO 2019 – 11:27

Tuttavia c’è un elemento estremamente importante che manca nel dibattito, ed è l’unico che meriterebbe di essere dibattuto. Sempre durante il suo intervento Cuperlo fa una considerazione: Cosa deve fare il Pd? Tornare a mettere al centro la vita delle persone, trovando anche gli argomenti giusti per parlare a loro e alle alle loro famiglie.

Da cittadino che si interessa alla politica, si informa e ha una memoria piuttosto lunga, voglio fare insieme a voi un ragionamento.

Partiamo dal dato sconfortante della scolarizzazione in Sardegna. Non discuto i dati e prendo per buono che 1/3 dei ragazzi sardi non termini le scuole secondarie (le vecchie “superiori”). Questo dato è stato riportato da Sardinia Post e potete trovare dei riferimenti cliccando qui. Il dato non è relativo al 2019, considerato che l’anno è in corso. Quindi, se la scuola italiana non funziona e questo governo non ha fatto nulla, dobbiamo cercare le responsabilità in chi ha definito l’attuale assetto del sistema scolastico italiano.

Mi conoscete, sapete che non sono leghista né grillino, mi piace mettere le cose nelle caselle giuste e dare il merito a chi ce l’ha.

L’attuale assetto della scuola italiana è quello che emerge da due riforme, o meglio da una riforma in due fasi, definita “La Buona Scuola“. Il primo passo è stato compiuto dal Governo presieduto da Matteo Renzi nel 2015, con a Legge 13 luglio 2015, n. 107. Il secondo passo è stato compiuto con l’emanazione dei Decreti attuativi il 13 aprile 2017, a opera del Governo presieduto da Paolo Gentiloni.

Quello che ha dunque compiuto Cuperlo è un atto estremamente onesto e coraggioso, perché ha pubblicamente dichiarato che il Governo presieduto da Giuseppe Conte debba prendere provvedimenti sulla scuola pubblica italiana, rimediando alle attuali gravissime carenze, che sono conseguenza della riforma progettata, promossa e attuata da Matteo Renzi, allora Segretario del Partito Democratico. Aggiungendo che è ora che il PD si occupi delle persone e delle famiglie.

Questo era un apparente attacco al Governo attuale, ma in realtà si tratta di un pesante attacco interno contro la corrente renziana del PD. Un gran polverone per nulla, ma l’ennesima dimostrazione che in Italia, in questo momento, non esiste un’alternativa credibile all’alleanza fra la destra e il M5S.

Stiamo sereni?

Tag: , , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: