Siccità e cattiva gestione

luglio 24, 2017

La somma terribile di scarsi apporti da precipitazioni e una gestione pessima della risorsa idrica

Ho appena letto un interessantissimo articolo risalente al 8 aprile 2017 e pubblicato on line sul sito web de Il Sole 24 Ore. La pubblicazione è avvenuta in tempi non sospetti, o meglio quando tutti gli altri giornali e mezzi d’informazione ignoravano completamente l’argomento della gestione delle risorse idriche, considerato che non c’era da gridare all’emergenza. L’articolo si intitola La classifica dei capoluoghi che “perdono” più acqua (leggetelo cliccando sul titolo). Vi suggerisco di leggere l’articolo in particolare per capire quale metodo sia stato utilizzato per determinare le perdite di acqua nella rete delle città.

I dati presentati da Il Sole 24 Ore mostrano un paradosso, vediamoli: Leggi il seguito di questo post »

Un quarto di secolo ti dà da pensare

luglio 20, 2017

Una delle battute più celebri di Marilyn Monroe nel film “A qualcuno piace caldo”. Ma in questo caso non ho pensieri leggeri di gioventù. Sono passati 25 anni, un quarto di secolo, dall’assassinio del dottor Paolo Borsellino. Poche settimane in più da quello del dottor Giovanni Falcone. E dal massacro di chi era con loro.

Ieri abbiamo tutti ascoltato alla televisione le dichiarazioni imbarazzanti, a volte imbarazzate, di chi ancora oggi parla di necessità di giustizia, di verità, di unità nella lotta alla mafia. Sono dichiarazioni dovute, di protocollo, ma forse imbarazzanti per chi rappresenta uno Stato che dopo 25 anni continua a brancolare nel buio, o nella penombra, incapace di delineare in modo chiaro i contorni di una vicenda che, nonostante la sua esplosiva manifestazione, è ancora piena di misteri.

Si, perché continuiamo a grattarci la schiena Leggi il seguito di questo post »

Percezione

luglio 10, 2017

Conta molto più della realtà in sé

Stamane ho ascoltato la radio mentre guidavo verso questo temporaneo ufficio volante, c’era “Radio anch’io”, programma ormai storico della RAI. Uno degli invitati (mi dispiace non ricordo i nomi) ha detto chiaro e tondo che il problema dell’immigrazione esiste, ma la sua dimensione percepita è molto maggiore rispetto a quella reale. Portava ad esempio delle indagini svolte con sondaggi da cui risultava che Leggi il seguito di questo post »