Posts Tagged ‘Acqua’

Siccità e cattiva gestione

luglio 24, 2017

La somma terribile di scarsi apporti da precipitazioni e una gestione pessima della risorsa idrica

Ho appena letto un interessantissimo articolo risalente al 8 aprile 2017 e pubblicato on line sul sito web de Il Sole 24 Ore. La pubblicazione è avvenuta in tempi non sospetti, o meglio quando tutti gli altri giornali e mezzi d’informazione ignoravano completamente l’argomento della gestione delle risorse idriche, considerato che non c’era da gridare all’emergenza. L’articolo si intitola La classifica dei capoluoghi che “perdono” più acqua (leggetelo cliccando sul titolo). Vi suggerisco di leggere l’articolo in particolare per capire quale metodo sia stato utilizzato per determinare le perdite di acqua nella rete delle città.

I dati presentati da Il Sole 24 Ore mostrano un paradosso, vediamoli: (more…)

L’errore di fondo

ottobre 9, 2013

Questa sera ricorrerà il 50mo anniversario della strage del Vajont. Lo definirei un eccidio. In tutti questi anni si è molto dibattuto e tutt’ora si discute su quanto accadde non solo quella notte, ma soprattutto negli anni che la precedettero.

Quello del Vajont è stato un disastro immane, che tuttavia non era gran che conosciuto lontano dai luoghi in cui si verificò. O piuttosto, non faceva parte della coscienza collettiva degli italiani, come se quell’angolino in alto a destra nella carta politica non fosse più così importante come alla fine del secolo precedente, quando per conquistare un metro di terra da queste parti si facevano guerre.

C’è voluta la bravura di Paolini per portare il Vajont nelle case e nelle menti degli italiani. Serviva quel lungo monologo e quella ricerca storica per illustrare i fatti e fare capire cosa era successo. Eppure non credo sia servito a molto, perché rimane l’errore di fondo, quello che (more…)

SI! E adesso?

giugno 13, 2011

I dati sul sito del Ministero dell’Interno parlano chiaro, circa il 57% dei cittadini italiani aventi diritto al voto, si sono espressi in occasione dei referendum che interessavano nucleare, servizi pubblici locali, tariffa dei servizi idrici e legittimo impedimento dei componenti del Governo.
I dati parlano chiaro anche riguardo alla volontà espressa da quel 57%: il 95% circa di loro ha votato si, ovvero ha chiesto di abrogare le norme proposte dall’attuale Governo ed approvate da un Parlamento che dovrebbe essere espressione della volontà popolare.

Non sono forte in matematica, ma il 95% del 57% fa in totale circa il 54% degli aventi diritto. In pratica, è come se il 54% degli italiani avesse detto di no a quattro provvedimenti varati da questo Governo. La maggioanza assoluta degli elettori si è espressa in tal senso.

Dare un significato politico ai referendum non mi è mai piaciuto, ma quando il 54% degli italiani boccia ben quattro norme, significa che qualcosa è cambiato. (more…)