Posts Tagged ‘Cittadini’

Per una nuova classe politica

maggio 27, 2020

Leggo su Open che le Sardine vanno in pausa (l’articolo qui).

Sono sempre stato molto critico, rispetto all’entusiasmo manifestato da molti nei confronti di questo “movimento”. Devo dire però che questa scelta è molto ragionevole, corretta e apprezzata (da me per lo meno).

Il paese non ha bisogno di un altro movimento di rabbiosi contro tutto e contro tutti, ma di proposte. Il paese ha bisogno di sostituire una classe dirigente in cui ci sono troppi incapaci, corrotti, narcisisti, scaldapoltrone.

Dalla piazza può venire la spinta a farlo, ma per andare oltre bisogna sedersi, guardarsi in faccia (anche in call in tempo di CoViD), stabilire quali siano i fondamenti di un’idea di Italia per domani, stabilire i metodi, definire un percorso.

Non posso sapere, a priori, se sarei d’accordo con un nuovo soggetto politico, ma prima di stabilirlo ho bisogno di leggere o ascoltare queste cose. Gli slogan contro un politicante o l’altro non sono un programma, sono l’abbaiare del cane da guardia della democrazia, il richiamo starnazzante delle oche del Campidoglio, ma poi bisogna che i padroni di casa (noi cittadini) intervengano.

Chi trova offensivo il compito del cane da guardia o delle famose oche del Campidoglio, sbaglia. Ma chi crede che sia sufficiente dare l’allarme per risolvere ogni problema, sbaglia di più.

Coraggiosi per corrispondenza

novembre 10, 2015

Oppure armiamoci e partite
Ogni giorno sui social network mi imbatto in fiumi di commenti e post che sembrano scritti da un popolo di feroci e fieri guerrieri. Tutti indignati, tutti arrabbiati, tutti minacciosi e pronti a risolvere il problema. Qualunque sia il problema.

vikings

Poi esci in strada e incontri migliaia di persone tranquille e ordinate. Nessuno che giri con le mazze in spalla. Immigrati più o meno illegali che si guardano attorno senza essere assaltati da squadracce di difensori della patria, né li vedo soccorsi da frotte di solidali e accoglienti ispirati dai principi umanitari.

Fondamentalmente, il mondo dei social mi sembra (more…)

Se non ora, quando?

settembre 7, 2011

Il governo della Repubblica Italiana ha altalenato per giorni e giorni, nel tentativo disperato di creare una manovra finanziaria che ci consenta di raggiungere il pareggio di bilancio entro un paio d’anni, senza però dispiacere troppo agli italiani.
Il risultato dell’altalena è stato un guazzabuglio indecente, da cui esce una manovra che fino all’ultimo momento ha contorni confusi. I punti fermi che mi sembrano emergere sono però importati. (more…)