Posts Tagged ‘Costituzione’

Riforma della Costituzione – considerazioni preliminari

ottobre 6, 2016

A dicembre si voterà sulla proposta di riforma di parte della Costituzione della Repubblica Italiana. Non ho ancora esaminato in modo accurato il testo modificato, dunque non ho ancora stabilito se appoggiare la proposta di modifica o meno. Non voglio essere ideologicamente schierato a priori, non mi interessa. La Costituzione della Repubblica è La Legge più Importante, la tifoseria di parte non mi interessa.

La Costituzione nata insieme alla Repubblica non è perfetta, come tutte le leggi umane, ed è in parte ancora disattesa. Non voglio elencare in questa sede tutte le previsioni della Costituzione che sono state poi bellamente ignorate dai legislatori della Repubblica. Quello che mi interessa è ricordare che la Costituzione ha permesso all’Italia di vivere in pace e con una democrazia accettabile dalla fine della II Guerra Mondiale a oggi.

Il terrorismo interno, la mafia, la corruzione, non nascono dalla Costituzione.

Nel valutare le modifiche proposte non partirò dal presupposto che (more…)

Il grande flop

aprile 18, 2016

… della democrazia

Ieri si è svolto un referendum abrogativo, strumento previsto dalla Costituzione della Repubblica, a cui non ha partecipato il numero minimo di votanti necessario per convalidare i risultati. E’ mancato il raggiungimento del così detto quorum del 50% + 1 votanti.

Non mi interessa parlare della materia su cui si votava, perché in questo momento la trovo indifferente, ma del fatto che alle urne si sia recato il 32,15% degli aventi diritto. Significa che poco meno di 1/3 dei cittadini italiani maggiorenni ha ritenuto utile esprimere la propria volontà. Mi interessa molto il fatto che ci sia stata una blanda campagna pre-referendaria con due posizioni che vedevano i promotori e sostenitori spingere per il si, la parte avversa spingere per l’astensione.
Il Presidente del Consiglio dei Ministri ha chiaramente invitato a non andare a votare, cosa che ha fatto anche il partito di cui è segretario, il Partito Democratico. Oggi lo stesso Presidente del Consiglio dei Ministri rilascia dichiarazioni di soddisfazione.

Leggo quanto è avvenuto in una chiave critica, intesa nel senso letterale della critica, ovvero un’analisi e non una diffamazione.
Innanzitutto partiamo da una bacchettata sulle dita di (more…)

Il saluto al Presidente Napolitano

gennaio 14, 2015

Giorgio Napolitano, firmata la lettera di dimissioni dalla carica di Presidente della Repubblica Italiana, ha appena lasciato il palazzo del Quirinale, concludendo nove anni di incarico. Molti italiani hanno esultato, altri sono rimasti freddi, pochi sono dispiaciuti.

Napolitano ha avuto una grande sfortuna: essere Presidente della Repubblica in un momento storico in cui la politica è in crisi, l’economia è in crisi e il popolo è tendenzialmente avverso a qualunque carica pubblica. Di certo Napolitano non ha incontrato la simpatia di molti politici e movimentisti, (more…)