Posts Tagged ‘NATO’

Marassi e l’Europa

ottobre 15, 2010

Partita di calcio, Italia – Serbia, qualificazioni per Euro 2012. Una parte dei tifosi serbi inizia, prima dell’incontro, a compiere atti di violenza.
La polizia italiana fa la cosa giusta, una volta che sono nello stadio, nel “loro” settore, li lascia sfogare. Intervenire significherebbe uno scontro durissimo.

Il problema però sta a monte. Il nostro Ministero degli Interni lamenta una carenza di informazioni da parte dei colleghi serbi: non ci hanno avvisati di chi erano quei “tifosi” in arrivo.
Sarebbe stato dovere dei serbi farlo, ma c’è molto da dire riguardo al nostro sistema di sicurezza. Non sul comportamento dei poliziotti a Genova, che è stato ideale, ma sulla capacità di chi doveva prevedere e provvedere.
Non sono un granché come analista, ma sento un odore che conosco, una puzza che spesso è stata portata dal vento dell’Est. Forse gli italiani non la riconoscono, ma noi gente di confine l’abbiamo già sentita. (more…)

Nostro Grande Paese

settembre 1, 2008

L’Italia che mente a sé stessa

Accordo possibile con la Libia. Accordo raggiunto. Accordo raggiungibile. Sui media rimbalzano le notizie, come al solito confuse e contraddittorie. Forse perché mancano comunicazioni chiare, o perché a parlare sono sempre in cinque o sei, chiunque governi.
Si sta trattando con la Libia. L’Italia sta facendo da ponte fra la Russia e gli USA. L’Italia protagonista sulla scena mondiale. Ci fa sentire meglio, l’idea di vivere in un Paese così importante.
In verità non contiamo molto. Forse sarebbe più saggio smettere di fare gli struzzi, tirare fuori la testa dalla sabbia e darci da fare. Dirsi “bravo” da soli non fa bene, nemmeno all’autostima. (more…)

Caucaso

agosto 13, 2008

Un nome che evoca atmosfere esotiche. Montagne altissime e scintillanti di ghiacci. Il confine fra Europa ed Asia verso Sud. Così ci hanno insegnato a scuola.
In questi giorni una guerra si combatte in Georgia. Una fra le tante. Il crollo dell’Unione Sovietica ha destabilizzato un intero continente e, sebbene siano passati quasi vent’anni, la situazione politica non si è ancora assestata. Non lo può fare, in un mondo che non ha più orientamenti chiari.
La Russia ha trovato un buon pretesto per invadere la Georgia. (more…)