Posts Tagged ‘PDL’

Bandiera bianca?

gennaio 31, 2018

A memoria mia, fin da metà dell’800 qualcuno della mia famiglia si è occupato di politica, spesso subendo conseguenze sgradevoli da parte di qualche regime intollerante.

Osservando il panorama politico attuale mi prende un senso infinito di sconforto. Non riesco a riconoscermi in nessuna formazione politica, ad abbracciare alcun programma, sempre ammesso che gli slogan siano programmi. Soffro la mancanza di un’Idea guida, giusta o sbagliata che risulti al giudizio della Storia, ma un’Idea vivaddio!

Potrei essere il primo della mia famiglia ad alzare le braccia ed arrendermi. Si rivolterà nella tomba mio nonno Antonino, il partigiano osovano che non stava coi rossi, non stava coi monarchici, non stava nemmeno coi preti, ma stava insieme a tutti loro contro i fascisti. Probabilmente si rimescoleranno le ceneri di mio padre, che ha militato comunque e a qualunque costo per tutta la vita in qualche partito più o meno “di sinistra”. Chissà se si rivolteranno nella tomba anche i miei antenati, con cui non andrei comunque d’accordo per il semplice fatto che erano irredentisti.

Mi dispiace turbare il riposo eterno altrui, ma onestamente di fronte a Berlusconi, Renzi, Di Maio, Salvini, Meloni e i vari personaggi che ruotano attorno a loro, annaspando nel tentativo di accaparrarsi uno stipendio quinquennale, non credo che troverò la forza di andare a votare.

AAA politici veri cercasi, idea muniti, astenersi accattapoltrone e perditempo.

Dovere o potere?

novembre 30, 2016

Il referendum sulla modifica costituzionale

Sono andato agli Uffici del Comune e mi sono fatto dare la nuova tessera elettorale, dato che avevo esaurito la vecchia. Con questo mi sono preparato ad esercitare il dovere di voto in occasione del referendum sulla riforma costituzionale. Dico “dovere” perché mi sembra tale e non un semplice “diritto”.

Riguardo al “potere” ho qualche perplessità. Certo potere scegliere posso, ma mi sento come chi ha il potere di scegliere fra A e B, ma non quello di decidere il contenuto della busta A e della busta B.

Per essere chiari, la Costituzione originale della Repubblica Italiana mi sembra riformabile, anzi ne auspico una modifica per alcuni aspetti. Alcuni di questi sono stati toccati dalla riforma proposta dal Governo presieduto da Renzi, talvolta andando in una direzione simile a quella che avrei imboccato io stesso.

Tuttavia il testo proposto (more…)

Analisi, logica?

ottobre 3, 2013

Un altro strappo fra la volontà popolare e le istituzioni democratiche si è consumato, rendendo sempre più labile il colore della democrazia italiana.

Una legge elettorale che consente agli apparati di partito di scegliere i candidati prendere-o-lasciare è già di per sé un problema. Se non altro ti permette di scegliere se votare a destra, sinistra o qualcos’altro.

In Italia i due partiti “nemici”, ovvero il PdL ed il PD hanno formato insieme un governo detto di “responsabilità”, ovvero un esecutivo a duplice guida, Letta – Alfano, il cui scopo doveva essere quello di salvare l’Italia dal fallimento, rimettere in piedi l’economia, tranquillizzare i mercati internazionali e le istituzioni europee.

Di per sé, dopo anni di confronto duro ed una campagna elettorale giocata completamente sulla denigrazione dell’avversario, trovo quanto meno discutibile la scelta. Già lo feci criticando il passato governo “tecnico” del Sen. Monti, mi ripeto con quello di Letta e Alfano.

Ora siamo arrivati alla farsa (more…)