Posts Tagged ‘Sinistra’

Se fossi un politico

ottobre 26, 2022

Non sarei populista, ma molto attento a dialogare col popolo, usando il linguaggio del popolo. Certo continuerei a usare il congiuntivo, ma parlare con la gente e fra la gente non implica essere sgrammaticati, richiede invece empatia.

Vorrei affrontare, accanto a quelli enormi e globali, anche i temi che interessano a coloro che non hanno una gran istruzione o “cultura”, con un obiettivo diverso rispetto a destra e sinistra: non vorrei lasciare il popolo in preda a ignoranza e paure, né disprezzare il popolo a causa di ignoranza e paure.

Vorrei individuare i punti deboli del paese, che preparano i problemi di domani. Parlare dell’oggi, ma anche del futuro, senza dimenticare la storia che ci ha portati fino a qui.

Sancirei il diritto dei politici ad avere almeno un giorno libero alla settimana per andare in montagna! La politica è un dovere per tutti noi, come lo è il lavoro, ma non deve essere un’ossessione.

Se fossi un politico lavorerei per diventare inutile, per lasciare il mio incarico a qualcun altro.

Se fossi un politico, non mi comporterei come un politico.

Il sorpasso (a destra)

ottobre 24, 2022

La sinistra da decenni si fa paladina della parità di genere e promuove il ruolo della donna nella società italiana. La destra piazza la prima Presidente del Consiglio donna in Italia.
La sinistra da decenni si fa paladina dell’inclusione e della lotta antirazzista. I conservatori piazzano un (miliardario) indiano come Primo Ministro del Regno Unito.
Secondo me la prossima grande vittoria della sinistra ci sarà quando un partito di ultradestra nazionalista porterà alla presidenza di qualche paese un gay che col suo compagno ha adottato tre bambini.

E gli operai, i compagni dai campi e dalle officine? Ma chi se ne frega dei compagni lavoratori, su dai, c’è il Jobs Act, è tutto risolto!

State sereni.

Imparate o perite

settembre 28, 2022

Lo dico per tutti gli amici che sono iscritti o simpatizzano del PD e altri partiti “di sinistra”, dopo avere letto e riletto un meme che sta girando. Ben sapendo che si offenderanno e basta, perché loro sono più intelligenti di tutti, mica come noi poveri cretini qualunquisti del cactus.

Il capolavoro di questa campagna elettorale è stato questo: chi doveva rassicurare e rappresentare chi prende 1300 al mese, ha figli, bollette per 400€ a bimestre per ogni fornitura, affitto o mutuo, nido da pagare, deve andare in privato per una visita medica o attendere 18 mesi, non sa se e quando andrà in pensione, ha paura del diverso come gran parte dell’umanità, ha una fifa bestia di passare l’inverno al gelo per via di una guerra, gli ha parlato dei crimini di un dittatore morto 72 anni fa e dei pronomi da usare per non urtare la sensibilità della comunità LGBT+.

Questo è il messaggio che è passato!

E se ritenete che non sia vero, imparate a comunicare, invece di frignare come bambinetti che hanno rotto il proprio giocattolo (e ovviamente diranno che è stato qualcun altro).