Posts Tagged ‘Vacanze’

A te e famiglia

gennaio 4, 2020

Metteteci davanti ciò che vi pare, anche un salutare “vaffa”.

Come un maratoneta al 40° chilometro, sento avvicinarsi il traguardo.

Ho dolori ovunque, sono stanchissimo, il fegato ha assunto dimensioni e consistenza da cirrosi, lo stomaco non distingue più flusso e riflusso, l’intestino tenta di impiccarsi da sé e il cervello, annebbiato, anela il ritorno alle preoccupazioni e ai mille problemi del lavoro.

Le chiamano vacanze di fine anno. Secondo molti autori (AAVV, 2020) accorciano la vita media probabile degli individui che le subiscono, fino a 11,459 +/- 1,712 anni.

Il vocabolo “subiscono” non è del tutto inappropriato o ironico.

Le convenzioni sociali impongono, ai membri dei popoli che vivono a

(more…)

Ferrate: la montagna incatenata

agosto 6, 2009


Estate, tempo di ferie, le montagne si affollano. Non sono in grado di indicare un limite per la definizione di “sport di massa”, ma credo che l’escursionismo montano ci vada molto vicino. I praticanti sono molte migliaia, consideriamo che i soli soci del Club Alpino Italiano al 31/12/2008 erano 308.339 (dal sito ufficiale del CAI). TEniamo poi conto del fatto che esistono numerosi appassionati della montagna che non sono iscritti al CAI, ma ad altre associazioni sportive od ancora non sono iscritti ad alcuna associazione. A conti fatti è probabile che durante una domenica d’estate, magari quella più vicina a Ferragosto, sui monti d’Italia si muovano molte più persone, forse i numeri reali superano i due milioni di presenze. Chiaramente sto parlando di “in montagna” intendendo nelle zone montane. Molti passeggiano sulle strade forestali, alcuni lungo i sentieri segnati, altri ancora si spingono sulle rocce seguendo percorsi più o meno segnalati ed attrezzati. E’ proprio di questi ultimi che mi interessa discutere. (more…)

Appunti di viaggio – 20080810

agosto 11, 2008

San Lorenzo, cadono le stelle. Siamo entrati nel pieno dell’isteria ferragostana. Follia collettiva in cui ti devi rilassare. Ed in genere ne esci con la necessità di un mese di analisi ed ansiolitici almeno fino alla prossima sberla nevrotico emotiva di Natale. Un lavoraccio. Il problema è che non esiste un allenamento specifico per le “ferie d’agosto”. Sono una prestazione sportiva per il sistema nervoso centrale. Dovremmo andare tutti a Beijing alle Olimpiadi. Ma forse il governo cinese non ci permetterebbe di essere nervosi. In Cina sembra non sia permesso fare niente.
La giornata doveva essere splendida, con cielo terso. L’aveva promesso il servizio meteorologico regionale. Invece ci sono nubi. Ho voglia di andare in montagna, non ci vado da quando sono stato con Alessio sui Brentoni. Anche quella fu una giornata nuvolosa.
La montagna questa settimana sarà piena di gente. Siamo sotto ferragosto. Ho dovuto rinunciare a percorrere la via ferrata “dei 50” con Alberto. Troppo lunga per me. Parliamo di un dislivello totale in salita fra i 1300 ed i 1400 metri. Almeno dieci ore di cammino e ravanata. Ho paura che i muscoli non mi assistano in discesa. Muscoli stanchi = storte. Meglio andare avanti con calma nell’allenamento. Restituire al corpo l’abitudine a fare fatica sul serio.
Ripiego su una passeggiata in Val di Suola, sopra Forni di Sopra. Così passo a trovare il mio amico che gestisce il rifugio Flaiban Pacherini. Fino al rifugio il dislivello è solo di 700 metri. Poi si vedrà. (more…)