Posts Tagged ‘Vaffanculo’

Social Rehab

febbraio 5, 2020

E’ possibile tornare ad avere un sistema di relazioni analogo a quello del 1994?

Per la seconda volta nella mia “carriera” di internauta ho fatto logout da Facebook. Continuo ad avere un account attivo, continuo a postare attraverso altri social e app, ma non ho più la app sul telefono né uso l’interfaccia web. Non so nulla di ciò che sta passando FB da un paio di settimane. Non ho notizia di amici veri e virtuali, non leggo post di Matteo & Matteo, non leggo i post di organi di informazione (vera o presunta) che hanno canali su FB.

(more…)

Una domenica d’estate

luglio 8, 2018

Chi si lamenta perché la domenica c’è troppa gente in spiaggia è invitato a venire qua a darmi una mano a georiferire raster e sistemare dati.

Lamentatio del biologo libero professionista. Ovvero tutto quello che non vorreste sapere sul mio lavoro, ma è meglio che lo sappiate prima di rivolgermi la parola e dirmi quanto mi invidiate, se volete ancora avere dei denti domani.

Il lavoro che faccio richiede studio, aggiornamento, attività sul campo che tutti voi (giustamente) ritenete mille volte meglio che stare in ufficio. Però c’è un però.
Il però è che finite le ore sul campo, da 6 a 10 in un giorno, ci sono le attività d’ufficio: tecnica, commerciale e amministrativa.

Quella parte fa talmente schifo che dovrebbero mettermi una flebo di antidepressivo per tirare avanti.

La parte innocua è che bisogna iniziare col riordinare i dati e tirarci fuori qualcosa. Questo si fa in ufficio. Considerate che, se siete stati bravi, i dati relativi a (more…)

febbraio 4, 2014

Renzi ha un grande pregio: permettere alla gente come me di staccare la spina, terminare l’accanimento terapeutico che da anni tiene in vita un legame con una “sinistra” che è in stato vegetativo da vent’anni. Renzi mi ha permesso finalmente di sdoganare con me stesso l’idea di non seguire più i cataboliti della decomposizione del PCI.

Questo è quanto ho postato su Facebook qualche giorno fa.

Rileggendo mi sembra così chiaro, così semplice. Immagino il travaglio (more…)