Su una sola gamba

giugno 11, 2019

Immaginate il corpo di una persona.

Ora immaginate che tutto il sangue, le proteine dei muscoli, ogni cosa venga trasferita da una gamba all’altra, perché la testa pensa sia meglio saltellare su un piede solo invece che correre.

L’avete immaginato?

Il famoso capo mercenario Giuseppe Garibaldi, comandante dell’operazione di invasione del Regno delle Due Sicilie.

Ecco, questa è la storia d’Italia. Dell’Italia nata nel 1861, cui seguirono anni di rapina sistematica di capitali, industrie, artigianato, uomini e sangue operata da un gruppo di famiglie piemontesi e lombarde a danno dei territori appena conquistati nel Sud.

Sono 158 anni che l’Italia saltella su un piede solo lasciando penzolare l’altra gamba al limite della cancrena.

Annunci

Molto più di un nome

maggio 31, 2019

Ieri sera abbiamo visto (io e mia moglie, non è plurale majestatis) il docu film Una donna. Poco più di un nome, di Ornella Grassi.

Il film documentario narra la vita della prof.ssa Enrica Calabresi, ferrarese di nascita, fiorentina d’adozione, ebrea. Il motivo per cui quest’opera è stata portata a Udine è un po’ speciale, così come il motivo per cui ho trovato coinvolgente la storia (esaltante e terribile) della vita di questa donna.

Parte della locandina del film

La prof.ssa Calabresi era una bravissima naturalista, specializzata in entomologia. Si laureò presso l’Università di Firenze a un’età alla quale io non avevo nemmeno dato l’esame di Zoologia II e si dedicò alla ricerca in campo entomologico, scoprendo Leggi il seguito di questo post »

Wiva la sQuola

maggio 29, 2019

Non so quanti di voi abbiano seguito la polemica scoppiata a seguito delle dichiarazioni rese da Gianni Cuperlo, nel corso della trasmissione L’aria che tira su La7 il 27 maggio scorso. C’è qualcosa di interessante che è sfuggita a troppi nell’ondata di indignazione e insulti, qualcosa che è politicamente molto grave. Ma andiamo con ordine, seguitemi nel ragionamento.

Per vedere l’estratto dell’intervento clicca qui

Cuperlo durante la trasmissione ha affermato: Mi colpisce che oggi la Lega sia il primo partito in Sardegna. Lì il 33% dei ragazzi che frequentano la secondaria non completerà il corso di studi. ed ha quindi aggiunto: Eppure, questo governo non ha fatto alcunché sulle politiche di diritto allo studio.

Sui mezzi di disinformazione di massa, la seconda parte della frase è stata omessa e ciò che è rimasto non è un atto d’accusa verso il Governo attuale (M5S – Lega), ma un’apparente correlazione fra Leggi il seguito di questo post »